Come creare il Budget Matrimonio

... e non finire in bancarotta
Still dal film Mamma Mia con Meryl Streep durante la parte di Money Money Money degli Abba, su uno yacht, con un lungo abito elegante che si muove setoso nel vento.

Come creare il Budget Matrimonio

…e non finire in bancarotta

Gli ABBA (ed occasionalmente Meryl Streep) cantavano: Money Money Money, must be funny, in a rich men’s world… (se voi ammettete di averla letta cantando, io ammetterò di averla scritta facendo lo stesso).

Il Budget del Matrimonio è un argomento fondamentale e delicato, ed è davvero difficile per gli sposi raccapezzarsi di fronte ad esso. Per di più, è la domanda più frequente che vi faranno i vari fornitori, quindi è veramente meglio affrontare e sciogliere ogni dubbio prima di iniziare ad organizzare.

Magari state iniziando a guardare le location, o a spulciare Pinterest per gli allestimenti (non nascondete il cellulare, ora, suvvia!) ma è meglio se vi fermate un attimo: non andate avanti senza pianificare un budget.

Non vi preoccupate, intanto lasciate che vi rassicuri: non sono qui per dirvi che servono cifre assurde per il vostro matrimonio, altrimenti tanto vale che lo cancelliate. Neanche per sogno. Però avete bisogno di sapere quanto potete spendere, ed avere un’idea realistica di cosa volete dal vostro evento.

Dovrete farlo sia se non volete spendere molto, sia se decidete di fare le cose in grande ed invitare tutta la città. In ogni caso, questa operazione vi renderà la vita più facile. E, credetemi, renderà meno stressante arrivare al vostro giorno.

Quindi seguitemi, e state pronti penna alla mano!

1. Fate i conti

Calibro che prende lo spessore di un po' di monetine, una calcolatrice e un foglio con numeri a caso.

Vale anche se avete un’ampia disponibilità: prima di tutto, valutate quanto pensate di poter spendere una volta pagate bollette, affitto, mutuo e spese generali. Non dovreste andare in bancarotta per fare una festa.

Non voglio che abbiate più fattori di stress per il vostro matrimonio, che è già un fattore di stress di suo!

Create un budget di quanto vi sentite in grado di spendere come coppia. Se, e solo se, sapete già che i vostri famigliari desiderano aiutarvi, sedetevi con loro e parlatene. Ma un consiglio, in questo caso: assicuratevi che il loro aiuto abbia condizioni che siete disposti ad accettare. È fantastico che lo zio Sauron voglia regalarvi le fedi, ma assicuratevi che non voglia trasformarvi in una coppia di Nazgul!

Anche prendere un prestito può essere una possibilità se preferite avere l’intera somma pronta e ripagarla un po’ alla volta, ma controllate gli interessi!

Sono i vostri soldi, è giusto che li spendiate come ritenete più opportuno.

2. Fate la lista degli ospiti

Tenete a mente che il numero di ospiti influenza tantissime altre cose nel matrimonio, oltre che direttamente il costo del cibo. La dimensione della location, il numero di partecipazioni, di bomboniere, di segnaposto, il riso per la fine della cerimonia, per esempio, dipendono tutti dal numero di invitati.

Quindi, alcuni costi cresceranno direttamente in proporzioni più basse (per esempio le partecipazioni), altri in proporzioni decisamente maggiori (il cibo), ed altri rimarranno uguali (il fotografo, per esempio).

Non dimenticate poi di considerare i fornitori che staranno con voi per tutta la giornata nella sezione spesa “cibo” (quindi, di solito, fotografo, DJ o musicisti, wedding planner. Io non lo vorrei avere un fotografo che non ci vede più dalla fame…).

3. Create una lista delle vostre priorità…

… e mettetele in ordine di importanza. Vi metto una linea guida per creare il vostro Budget Matrimonio, ma potete farlo per tutti i fornitori che andranno ad inserirsi:

Sulla sinistra, un dettaglio di una mongolfiera in volo al tramonto, sulla destra due piccole mongolfiere fatte con grandi palloncini ad elio e due cesti di vimini.

– La musica è più o meno importante delle foto?

– Le foto sono più o meno importanti dell’abito?

– L’abito è più o meno importante del cibo?

– Il cibo è più o meno importante del numero di persone che potete invitare?

– Invitare molte persone è più o meno importante di avere una vera mongolfiera? Etc.

La lista delle priorità vi dirà dove dovrebbero andare i soldi, e di cosa potete fare a meno. La stessa somma può essere spesa in infiniti modi diversi. Non c’è veramente un modo giusto o sbagliato di impostare le vostre priorità, ma tenete a mente che alcune potrebbero essere in competizione diretta tra loro.

4. Non dimenticate di prevedere l’imprevedibile.

Tenetevi da parte una somma per le spese impreviste, circa, in generale, il 10% del budget. Se non dovrete spenderlo, vi rimarrà per il viaggio di nozze! È meglio avere un po’ di cuscinetto per qualsiasi necessità! Non è il momento di imitare Steve Rogers che si butta dall’aereo senza paracadute

5. Il fai da te non fa sempre risparmiare soldi.

Tableau de mariage - Orologio a Cipolla bianco con ingranaggi impazziti ispirato a quello del Bianconiglio

A meno che non sia qualcosa di molto facile, o che non siate già esperti di fai da te, non riesco a sottolineare a sufficienza quanto possa andar male dire “Faccio tutto da me!”.

Prima di tutto, a meno che non abbiate già molta pratica, fare alcune cose è semplicemente molto più difficile di quel che sembra, e potreste trovarvi con un sacco di materiale, denaro, tempo sprecati e con la frustrazione alle stelle.

Secondo: a volte semplicemente il risultato non è dei migliori, perché nel fai da te mancano materiali e attrezzature professionali.

Vi sto dicendo che non dovreste fare niente da soli per il matrimonio? Ma ovviamente no, però parlate con le persone che fanno già quel tipo di prodotto artigianale per capire se diventereste sufficientemente esperti in un tempo ragionevole e se veramente lo volete fare, e anche allora, in ogni caso, fatelo solo se non aumenta il vostro livello di stress. Scoprirete che per un matrimonio ci sono tantissime cose da fare, oltre a gestire la vita di tutti i giorni, tenetelo a mente. Se invece scoprite che avete voglia, tempo, e motivazione, allora assolutamente fatelo!

Bonus! Ricercate il costo reale dei fornitori!

Non ha senso decidere un budget, per esempio, di 300 euro per un servizio completo con due fotografi, se un servizio completo medio parte da 1500€, per esempio (sono cifre a caso, ma nemmeno tanto). E non ha senso prevedere 300 euro per le partecipazioni se avete 25 invitati e volete stamparle a casa.

Quindi, siate furbi, e fate tutte queste ricerche prima di attribuire il budget definitivo, in modo da essere pronti a parlare coi fornitori. Sì, dovrete prepararvi a diverse ore di ricerche su Google, ma ne varrà la pena. Ricordate: Google è vostro amico e le priorità renderanno creare il Budget Matrimonio molto più facile.

E se vi sembrano tante, troppe cose da fare (onestamente, è tanta roba), cliccate il rassicurante bottone blu in fondo all’articolo, e prenotate una consulenza!

Prenota una consulenza!